libri su denaro e ricchezza

Libri sul denaro e sulla ricchezza: 5 consigli (+1)

Anche novembre sta giungendo al termine, e, come ogni mese, non può mancare la nostra raccolta con i consigli di lettura collegati all’argomento che abbiamo scelto di esplorare sul blog durante queste settimane: il denaro!

I suggerimenti che abbiamo incluso in questa lista toccano temi pratici come l’educazione finanziaria e la gestione dei soldi, ma anche aspetti più trasversali e psicologici, come l’importanza di costruire un “money mindset” potenziante o il legame che intercorre tra autostima e successo.

Non mancano poi le storie personali di chi, a vario titolo, “ce l’ha fatta”, e ci offre esempi replicabili per costruire una maggiore ricchezza (anche partendo da zero) e uno stile di vita in cui l’abbondanza arriva come naturale conseguenza del valore che sappiamo creare per gli altri.

Premessa: nessuno di questi libri ti offrirà “la ricetta magica” per diventare multimilionaria in 24 ore, soprattutto senza aver fatto nulla per farlo accadere 🙂
Nonostante questo, siamo convinte che leggerli ti arricchirà (per restare in tema) di tantissimi nuovi spunti, che contribuiranno ad allargare le tue prospettive e ad aumentare la tua consapevolezza in rapporto al denaro.

Allora, sei pronta? Partiamo!

 

Soldi, una storia d’amore di Kate Northrup

Kate Northrup, oltre che mentor aziendale, oratrice e scrittrice, è un’imprenditrice che è riuscita a creare le condizioni della sua libertà finanziaria a soli 28 anni.
Nonostante provenga da una famiglia benestante (in un certo senso, è anche figlia d’arte: sua madre, ginecologa, è anche un’autrice di successo) da giovanissima si è trovata ad affrontare alcuni problemi finanziari personali, che hanno contribuito ad aprirle gli occhi sui temi importanti di cui poi si è fatta portavoce.

Se ti stai chiedendo il perché di questo titolo un po’ provocatorio, beh, è presto detto: secondo la Nortrhup, il rapporto che abbiamo con i soldi, e con l’abbondanza in generale, non è poi molto diverso da una relazione d’amore, viste anche le notevoli implicazioni emozionali che il denaro ha sulla maggior parte di noi.

Per vivere una storia d’amore funzionale, il requisito di partenza è quello di avere un ruolo equilibrato all’interno del rapporto: non possiamo quindi essere dipendenti, spaventate, disprezzare o sentire di non meritare l’altro. L’autrice ci aiuta a riflettere sul nostro comportamento, al fine di poterlo modificare, con esercizi pratici che lavorano in particolare sulle nostre convinzioni limitanti frutto di retaggi culturali e familiari.

Lungo le pagine di questo libro/workbook scopriremo che, alla base dei nostri rapporti disfunzionali con i soldi, c’è innanzitutto la carenza di amore per sé stesse. Per aprirsi all’abbondanza abbiamo bisogno di imparare a ricevere e a riconoscerci il giusto valore: questioni su cui noi donne in particolare, ci troviamo spesso in difficoltà.

 

Pensa e arricchisci te stesso di Napoleon Hill

Una vera e propria pietra miliare nel campo dello sviluppo personale: Napoleon Hill ha scritto questo libro nel lontano 1937, dopo oltre 20 anni di ricerche svolte accanto alle menti più geniali della sua epoca, come Thomas Edison e Henry Ford. Il tema della ricchezza qui viene affrontato da una molteplicità di punti di vista: successo materiale, relazioni personali, creatività, e soprattutto “mindset”.

Hill è stato uno dei primi autori a dedicarsi al tema del successo personale, inaugurando, in un certo senso, il filone dei libri motivazionali. A dispetto della sua veneranda età, cosa di cui tenere conto nella lettura, questo libro – il più famoso tra quelli scritti dall’autore, e in assoluto uno dei libri più venduti di tutti i tempi – contiene una serie di concetti che sono ancora di grande attualità.

Quello che Hill prende come presupposto di base della sua filosofia è che la nostra mente può realizzare tutto quanto può concepire, anche le cose più straordinarie: ma perché un’idea si trasformi in realtà bisogna crederci fermamente, essere determinati, e soprattutto avere un piano d’azione.

Nel libro, l’autore ci regala diversi insegnamenti utili per creare l’atteggiamento mentale corretto (lui lo definisce AMP – atteggiamento mentale positivo), attraverso il quale riuscire a condizionare le nostre azioni e quindi i risultati desiderati in termini di successo finanziario o personale.

 

Autostrada per la ricchezza di MJ deMarco

Un vero e proprio bestseller in materia di business e finanza personale, la cui prima edizione ha bruciato in poche ore ogni record di vendite: questo libro è consigliato a chiunque coltivi ambizioni imprenditoriali e sia interessato al tema della “libertà finanziaria”.

Nel libro, DeMarco scardina in particolare il costrutto finanziario, che guida la maggior parte delle persone, secondo il quale la via per la ricchezza sia necessariamente lenta (ossia: ci si arriva praticamente da vecchi e solo in cambio di enormi sacrifici, in primis quello di dedicare quasi tutto il nostro tempo a un lavoro dipendente).

Esiste invece una “strada veloce” verso la ricchezza, che ha come prerogativa quella di svincolare i propri guadagni dal tempo impiegato per produrli: per farlo, è necessario lanciarsi in un’attività di impresa. Non è più facile, non è per tutti, certo: se decidi di percorrere la fastlane devi mettere ad esempio in conto rischi e fallimenti, essere disponibile a sperimentare, non smettere mai di studiare e imparare (perché equivarrebbe a smettere di crescere).

Un libro ricco di spunti, che aiutano a “uscire” dalle convenzioni sociali a cui siamo abituati per allargare le proprie prospettive in tema finanziario e cominciare a costruire una mentalità imprenditoriale.

 

Padre ricco, padre povero di Robert T. Kiyosaki

Un altro grande classico (è rimasto nella lista dei bestsellers per oltre un decennio), scritto in modo semplice e diretto, utile per costruire le fondamenta della propria cultura in ambito economico-finanziario.

Kiyosaki, ricco imprenditore e affarista statunitense, ci spiega come uscire dalla “ruota del criceto” in cui ci troviamo a vivere (secondo lo schema infinito “lavoro-guadagno-spendo”) spinti essenzialmente dalla paura che permea il nostro rapporto con il denaro.

Nel libro, l’autore spiega la differenza di mentalità e atteggiamento che intercorre tra le persone “ricche” e le persone “povere”, rappresentate dai due diversi padri a cui si fa riferimenti nel titolo: le prime, ad esempio sono aperte alle opportunità e meno spaventate dai rischi, mentre le seconde hanno un atteggiamento passivo e vittimistico e non si mettono mai in gioco per cambiare la loro situazione. Il ricco, inoltre, non lavora per il denaro ma sa come far lavorare il denaro per lui: investe per creare altra ricchezza, ridimensionando al contrario le spese improduttive (che non fanno altro che portare altre spese).

Un libro davvero alla portata di tutti, che ci regala alcune nozioni basilari in materia di finanza e ci aiuta a riconoscere alcuni meccanismi (psicologici e non) che di fatto si rivelano sabotanti e ci impediscono di migliorare il nostro rapporto con il denaro.

 

100 euro bastano. Per reinventare la tua vita, fare ciò che ti piace e crearti un futuro di Chris Guillebeau

Per tutte le aspiranti “startupper” e per chi ha (o vorrebbe avviare) un business online: questo libro di Chris Guillebeau fornisce ispirazioni ma anche tanti spunti pratici.

L’autore, poco più che trentenne, ha viaggiato in oltre 175 paesi, confrontandosi con oltre 1.500 persone, tutte accomunate dall’aver messo in piedi piccole imprese in grado però di generare utili significativi. Il tutto, partendo da un investimento iniziale minimo o nullo, e da “talenti” tutto sommato nella media.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti, non ci troviamo davanti ad abilità e idee straordinarie: semplicemente, sono persone che hanno scoperto come monetizzare alcune delle loro passioni, trasformandole in veri e propri business.

Nel suo libro, Guillebeau non si limita a raccontare le storie di queste imprese ma le analizza nel dettaglio, come vere e proprie “case studies”: approccio utilissimo per capire, ad esempio, quali sono stati gli investimenti di partenza, i passi cruciali intrapresi dagli startupper nelle prime settimane di vita della loro attività, come sono stati prodotti i primi utili. Ma anche quali sono stati gli errori, i passi falsi e le intuizioni che hanno consentito a questi business di avanzare e diventare sostenibili.

 

Kakebo – il libro dei conti di casa

Ok, questo non è un vero e proprio libro, ma meritava sicuramente un posto in questa rassegna a tema, data la sua indubbia utilità 🙂

Il Kakebo (la pronuncia corretta è “kakeibo”) è fondamentalmente un’agenda dedicata ai propri conti: entrate e uscite, divise in categorie, da annotare giorno per giorno per capire, sostanzialmente, come si muove il nostro denaro. In Giappone, dove è stata inventata, è usata da tutti (a quanto pare già nelle scuole, per dare ai bambini le basi dell’educazione finanziaria).

E a ragione: pare che questo strumento, se utilizzato con costanza, consenta un risparmio automatico del 20-30%! La possibilità di analizzare nel dettaglio i propri conti (soprattutto in un’epoca in cui il denaro viene incassato e speso in maniera “digitale”, facendoci perdere di vista i nostri reali flussi finanziari) è infatti cruciale per permetterci di individuare facilmente le voci critiche su cui poter agire, eliminando gli sprechi e aiutandoci a ottimizzare le nostre risorse.

Secondo i giapponesi, tenere un Kakebo ci aiuta a ridurre lo stress collegato al denaro: offrendoci un modo semplice per tenere in ordine i nostri conti, libera energie mentali che finalmente possiamo dedicare ad altro. Non solo: sviluppa l’autodisciplina, la conoscenza di sé e la fiducia nelle proprie capacità, che deriva dalla maggiore attenzione e cura che dedichiamo alle nostre finanze.

 

emma-ojajamagazine

Felicemente freelance, mi occupo di strategie di comunicazione sul web e sui social network. Lavorare in proprio è certamente una sfida, ma è ricca di meravigliose opportunità: attraverso Ojaja mi piacerebbe connettermi ad altre donne creative e coraggiose, che desiderano costruirsi un lavoro (e una vita) su misura dei loro sogni.

Lascia un commento