essere-donna-libri

Essere donna: 5 libri imperdibili

Sappiamo che i libri possono essere strumenti importanti di crescita e trasformazione: ci raccontano storie, ci aprono nuovi orizzonti, ci ispirano e ci aiutano a comprendere meglio anche noi stesse.

Quelli che ti proponiamo oggi, in particolare, sono alcuni dei titoli che non possono proprio mancare nella libreria di ogni donna interessata a conoscersi, comprendersi e ad accrescere la propria forza interiore: scritti da donne per le donne, sono libri profondamente femminili e femministi, che ampliano la prospettiva sulla complessità dell’essere donna arricchendola di sfumature e nuove chiavi di lettura.

1. Donne che corrono coi lupi – C. Pinkola Estés

Scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense, Clarissa Pinkola Estés è l’autrice del libro cult “Donne che corrono coi lupi” (Women Who Run With the Wolves) rimasto nella classifica dei best seller del New York Times per ben tre anni dopo la sua pubblicazione (è del 1992).

Attingendo alle fiabe e ai miti delle più diverse tradizioni culturali, l’autrice ci trasporta in un mondo ancestrale che ruota attorno alla figura della “Donna Selvaggia”, una creatura dotata di forza psichica potente, istintiva e creatrice.
Oggi la donna selvaggia rimane sopita nel nostro profondo senza manifestarsi a causa delle nostre paure e di tutti gli stereotipi sociali e culturali che influenzano la donna.

Il libro di Clarissa Pinkola Estés è quindi una chiave per scoprire e ritrovare la connessione con la nostra natura selvaggia, con la forza interiore autentica del femminile: una strada verso quella donna che abita dentro di noi e che può regalarci sapienza, visione, intuito. Ma solo se riusciamo a liberarla e a farla vivere senza sottometterla, reintegrando coscientemente la sua essenza creativa.

“La mia vita e il mio lavoro di analista junghiana e di “cantadora”, cantastorie, mi hanno insegnato che la languente vitalità delle donne può essere reintegrata procedendo a estesi scavi “psico-archeologici” tra le rovine del mondo sotterraneo femminile. Ricorrendo a questi metodi riusciamo a recuperare i modi della psiche naturale istintiva, e attraverso la sua personificazione nell’archetipo della Donna Selvaggia riusciamo a discernere i modi e i mezzi della natura più profonda della donna”.

Non è di sicuro un “libro da comodino”, uno di quelli da leggere prima di dormire o distrattamente durante il giorno: soprattutto all’inizio, la lettura potrebbe non essere fluida, così come potrebbe non essere facile apprezzarne subito il contenuto.
Ma, come dice la stessa autrice, al momento giusto questo libro vi chiamerà.
E magari vi cambierà la vita, come è già successo a milioni di donne in tutto il mondo.

 

2. La luna rossa – M. Gray

“Sei una donna. La tua forza risiede nel cambiamento, perché il ritmo del cambiamento è il ritmo dell’universo.”

Un argomento considerato scomodo, quasi tabù. Ma che racchiude – non solo a livello biologico – l’essenza della natura femminile: il ciclo mestruale è oggi considerato da quasi tutte le donne una semplice routine, peraltro di quelle fastidiose. Qualcosa a cui non ci si può sottrarre, ma di cui – viste le seccature pratiche che comporta – si farebbe volentieri a meno.

Miranda Gray ci insegna invece a uscire da una visione di stampo maschilista (che ci fa appunto percepire le mestruazioni come qualcosa di “sporco” e limitante) per abbracciare il significato profondo che il ciclo riveste nella vita di ogni donna: con i suoi ritmi, detta i tempi biologici ma anche psicologici e spirituali legati al femminile, e rappresenta una fonte di immensa energia che ogni donna può imparare a controllare e liberare.

Luna Rossa è un libro utile per riabbracciare la complessità della natura femminile: grazie agli esercizi e alle meditazioni che contiene, ci aiuta a diventare consapevoli dei cambiamenti a cui ognuna di noi va incontro durante il suo ciclo mensile, e ci insegna ad accogliere e valorizzare il nostro potenziale nascosto, utilizzando con saggezza la diversa energia creativa che contraddistingue ogni sua fase.

 

3. Manuale per ragazze rivoluzionarie – G. Blasi

Un libro fresco di stampa (è uscito a fine ottobre 2018) ma la cui idea risale almeno a qualche anno fa:
Giulia Blasi, scrittrice, autrice e conduttrice radiofonica, ha alle spalle un bel po’ di anni di femminismo attivo e dichiarato, raccontato per lo più attraverso la rete (nel 2017 ha ideato e lanciato #quellavoltache, l’iniziativa antimolestie che ha preceduto di pochi giorni il lancio di #metoo) e sul suo blog.

Il libro-manuale è dedicato a chi si sente pronto ad abbracciare la pratica di un femminismo ottimista e gioioso, contemporaneo, aperto al mondo e inclusivo. Lasciati da parte gli estremisti, che spesso fanno precipitare il femminismo in una narrazione ricca di stereotipi, Giulia Blasi si rivolge ai neofiti del tema avvicinandoli in maniera semplice, ma non banale.

“Manuale per ragazze rivoluzionarie parla di patriarcato, corpo, parole, sesso. Parla di pratica, di sorellanza, di vicinanza, di inclusione. Dei nostri difetti di pensiero e di come liberarsi, o provare a farlo, per superare insieme questo momento: che non è solo un problema delle donne, ma che non verrà superato mai senza il contributo delle donne e l’inclusione attiva del femminismo nel dibattito politico e sociale”.

 

4. Indomite. Storie di donne che fanno ciò che vogliono – P. Bagieu

“Ecco quindici storie di vittorie conseguite quando l’idea di opporsi allo status quo era inconcepibile. Oggi è più importante e necessario che mai che ciascuno le porti con sé”

Indomite, best-seller in Francia con 250.000 copie vendute in un anno, è l’opera della fumettista Pénélope Bagieu che raccoglie quindici biografie di donne straordinarie. Donne controcorrente, che hanno vissuto in modo coraggioso e hanno sfidato gli stereotipi della loro epoca per lasciare tracce indelebili di sé al mondo.

Attraverso le tavole illustrate da Bagieu, spostandoci tra latitudini ed epoche differenti, scopriamo per esempio la storia di Clémentine Delait, che ha saputo trasformare una caratteristica fisica scomoda (la barba) in un tratto positivo, oppure quella di Annette Kellerman, affetta da poliomielite, diventata poi nuotatrice professionista e creatrice del primo prototipo di costume da bagno a un pezzo.

Indomite segue la scia del fenomeno “Storie della buona notte per bambine ribelli”, che – partito dal basso, grazie al crowdfunding – oggi conta 1 milione di copie vendute in tutto il mondo: come questo, ci fa riscoprire storie di donne straordinarie che grazie alle loro capacità, al coraggio e alla determinazione sono riuscite a trasformare la loro vita e, molto spesso, quelle degli altri.

Ironico e pungente, privo di leziosità e retorica, il fumetto riesce a cogliere e sintetizzare in poche tavole le storie di queste donne, sconosciute ai più, grazie a una narrazione efficacissima.
Un libro da rileggere, magari con i più piccoli, per ricordarci del nostro potenziale e non dimenticare mai che, proprio come le protagoniste di queste storie, possiamo sempre fare ciò che vogliamo.

 

5. Le dee dentro la donna – J. S. Bolen

Jane S. Bolen, analista junghiana, ex docente di psichiatria presso l’Università della California, è un’autrice di fama internazionale: ha scritto ben tredici libri che sono stati tradotti in ottanta lingue.

“Le dee dentro la donna“ riprende il lavoro di Jung sugli archetipi – ossia quei contenuti universali che fanno parte dell’inconscio collettivo e si manifestano ad esempio nei miti, nelle fiabe, nei sogni – per esplorare la psicologia femminile attraverso le caratteristiche di sette dee greche: Diana, Afrodite, Atena, Era, Estia, Persefone, Demetra.

Sette dee, sette modelli principali e mille sfumature dell’essere donna: in ognuna di noi alcuni di questi archetipi sono più manifesti di altri, a seconda della fase esistenziale o del nostro carattere, ma sono potenzialmente presenti tutti. E, dato che ogni modello ha preziosi doni e insegnamenti da darci, è importante imparare a riconoscerne le qualità e capire come integrarne le specifiche energie quando più ci servono.

“Una volta diventata consapevole delle forze che la influenzano, la donna conquista il potere che deriva dalla conoscenza. Le dee sono forze potenti, invisibili, che modellano il comportamento e influenzano le emozioni. La conoscenza delle dee che abitano le donne è una nuova terra di scoperta per approfondire la conoscenza della psicologia femminile. Quando la donna sa quali dee sono presenti in lei come forze dominanti, impara a conoscere la forza di certi istinti, le sue priorità e capacità, le possibilità di trovare il senso di sé attraverso scelte che altri possono non incoraggiare.”

Scritto in modo chiaro, con un linguaggio semplice, “Le dee dentro la donna“ è un libro da leggere e rileggere per scendere dentro sé stesse, per imparare a conoscersi, capirsi, ascoltarsi e diventare le protagoniste della propria storia personale.

Lascia un commento